riviste agricoltura, agricoltura biologica, giardinaggio, normativa comunitaria agricoltura, politica ambientale italiana, frutticoltura, viticoltura, coltivazione biologica

rivista agricoltura biologica, informazioni normativa agricola, libri agricoltura, coltivazione agricoltura biologica  
coltivazione ortaggi, rivista giardinaggio, frutticoltura, politica ambientale italiana
 
   

elenco prodotti in vendita
n°prodotti: 0
Totale: E. 0,00
cassa

chi siamo





agricoltura, coltivazione agricoltura biologica, rivista macchine agricole, mensile agricoltura, politica ambientale italiana, informazioni agricoltura, riviste agricole specializzate, potatura piante, lavori orto, coltivazione biologica, prodotti tipici agricoltura, turismo rurale, coltivazione vite, coltivazione olivo, coltivazione ortaggi, frutticoltura

Attualita'
La news Elenco delle news Home page
Verso una maggiore mobilitā fondiaria

Favorire l’accesso alla terra, in particolare da parte dei giovani. È questo l’obiettivo dell’Unione europea che intende agevolare gli interventi di sostegno finora previsti dai singoli Stati membri. Fino ad oggi, infatti, il regime di aiuto per la mobilità fondiaria era considerato come aiuto di Stato incompatibile con le norme comunitarie in materia di concorrenza e quindi era ammesso solo in via eccezionale e in deroga alle regole di base. Questa impostazione restrittiva sta venendo meno. Un primo segnale in tal senso è contenuto nelle proposte legislative della Commissione europea per la riforma della Pac 2021-2027. In particolare l’intervento relativo agli investimenti materiali e immateriali dei nuovi Psr considera tra le spese ammissibili anche l’acquisto di terreni agricoli, a condizione che siano utilizzati per la conservazione dell’ambiente, oppure siano acquistati da giovani agricoltori tramite l’utilizzo di strumenti finanziari. 
Non è una novità di poco conto, tuttavia non sarà facile da attuare per la scarsa propensione di molte Regioni italiane ad utilizzare gli strumenti finanziari nell’ambito dei propri Programmi di sviluppo rurale. Anche il nuovo intervento dell’insediamento dei giovani agricoltori va nella direzione di favorire l’accesso alla terra, laddove fissa a 100.000 euro l’importo massimo di aiuto forfettario che può essere erogato a favore delle start up agricole. Oggi il massimale è di 70.000 euro. La proposta della Commissione precisa che il premio di primo insediamento può essere combinato con gli strumenti finanziari. Ciò implica una elevata discrezionalità decisionale delle Regioni che pianificano e gestiscono i rispettivi Psr, le quali possono utilizzare parte del massimale di 100.000 euro sotto forma di aiuto a fondo perduto e parte per la copertura parziale o totale degli interessi pagati a fronte della sottoscrizione di mutui.


Tratto dall’articolo pubblicato su L’Informatore Agrario n. 27-28/2018 a pag. 15
Nuovi strumenti per favorire l’accesso alla terra
di E. Comegna
L’articolo completo è disponibile anche sulla Rivista Digitale
 





 


L'Informatore Agrario
Il settimanale tecnico ed economico di agricoltura professionale

 
 
Banca Dati Online Conosci la Banca Dati Articoli Online?
... scopri la notevole mole di contenuti digitali utili per la tua professione o la tua passione

esplora la banca dati online

la ricerca

trova 

© 2018 Edizioni L'Informatore Agrario S.r.l. - Tutti i diritti riservati   
Ho capito Questo sito web utilizza i cookie. Maggiori informazioni sui cookie sono disponibili a questo link. Continuando ad utilizzare questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookie durante la navigazione.