riviste agricoltura, agricoltura biologica, giardinaggio, normativa comunitaria agricoltura, politica ambientale italiana, frutticoltura, viticoltura, coltivazione biologica

rivista agricoltura biologica, informazioni normativa agricola, libri agricoltura, coltivazione agricoltura biologica  
coltivazione ortaggi, rivista giardinaggio, frutticoltura, politica ambientale italiana
 
   

elenco prodotti in vendita
n°prodotti: 0
Totale: E. 0,00
cassa

chi siamo





agricoltura, coltivazione agricoltura biologica, rivista macchine agricole, mensile agricoltura, politica ambientale italiana, informazioni agricoltura, riviste agricole specializzate, potatura piante, lavori orto, coltivazione biologica, prodotti tipici agricoltura, turismo rurale, coltivazione vite, coltivazione olivo, coltivazione ortaggi, frutticoltura

Bruxelles: filo diretto
La news Elenco delle news Home page
Daniel Rosario, attenzione al rischio surplus nel settore latte

Daniel Rosario, portavoce agricoltura e commercio della Commissione europea, parla della situazione dei prezzi del latte alla stalla in una fase di aumento della produzione e con il latte stoccato dall'Ue come misura anticrisi nel 2015-16 che è ancora in gran parte nei magazzini.

Filmato a Bruxelles il 20 aprile 2018.









 
-  Le consegne di latte nell'Ue stanno aumentando a un ritmo preoccupante mentre l'Ue sta ancora cercando di vendere le scorte di latte scremato in polvere stoccate durante la crisi. Qual è la situazione? Gli allevatori dovrebbero iniziare a preoccuparsi dei prezzi?



 
- Formulata in questo modo, la situazione sembra più inquietante di quanto sia in realtà. Questo non vuol dire che non ci sia preoccupazione. E' vero che c'è stato un aumento della produzione, in parte per motivi stagionali, in parte come reazione alla durissima crisi di qualche anno fa, che ha portato finalmente i prezzi a rialzarsi incentivando a produrre ancora di più. Non è una situazione pericolosa di per sé.


L'importante è che le forniture restino a livelli sostenibili. Questo è quanto il commissario Hogan ha fatto presente sia ai ministri dell'agricoltura europei, sia agli operatori del settore. L'offerta deve essere sostenibile, nel senso che deve trovare uno sbocco sul mercato, altrimenti si rischia davvero la sovrapproduzione quest'anno. E' soprattutto compito degli operatori e delle autorità nazionali essere molto consapevoli di questa situazione.


Per quanto riguarda la seconda domanda, è vero che abbiamo un quantitativo rilevante di latte scremato in polvere stoccato durante la crisi del 2016. Perciò, la Commissione negli ultimi due anni ha avviato una procedura tramite aste per riportare il prodotto sul mercato.


E' stato però chiarito fin dall'inizio che la Commissione non vuole vendere a tutti i costi, ma solo se l'offerta è in linea con i prezzi di mercato. Ecco perché nella maggior parte dei casi negli ultimi due anni la Commissione ha rifiutato di vendere.


Esattamente ieri [il 19 aprile 2018, ndr], però, abbiamo approvato la vendita di 24mila tonnellate di latte scremato in polvere. E' la prima volta che torna sul mercato un quantitativo così grande. Perché? Perché l'offerta era in linea con i prezzi di mercato. E' lo stesso approccio prudente che la Commissione continuerà a seguire con le restanti 350mila tonnellate di latte in polvere, ovviamente di concerto con le autorità dei paesi membri. 

L'Informatore Agrario
Il settimanale tecnico ed economico di agricoltura professionale

 
 
Banca Dati Online Conosci la Banca Dati Articoli Online?
... scopri la notevole mole di contenuti digitali utili per la tua professione o la tua passione

esplora la banca dati online

la ricerca

trova 

© 2018 Edizioni L'Informatore Agrario S.r.l. - Tutti i diritti riservati   
Ho capito Questo sito web utilizza i cookie. Maggiori informazioni sui cookie sono disponibili a questo link. Continuando ad utilizzare questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookie durante la navigazione.