riviste agricoltura, agricoltura biologica, giardinaggio, normativa comunitaria agricoltura, politica ambientale italiana, frutticoltura, viticoltura, coltivazione biologica

rivista agricoltura biologica, informazioni normativa agricola, libri agricoltura, coltivazione agricoltura biologica  
coltivazione ortaggi, rivista giardinaggio, frutticoltura, politica ambientale italiana
 
   

elenco prodotti in vendita
n°prodotti: 0
Totale: E. 0,00
cassa

chi siamo





agricoltura, coltivazione agricoltura biologica, rivista macchine agricole, mensile agricoltura, politica ambientale italiana, informazioni agricoltura, riviste agricole specializzate, potatura piante, lavori orto, coltivazione biologica, prodotti tipici agricoltura, turismo rurale, coltivazione vite, coltivazione olivo, coltivazione ortaggi, frutticoltura

Attualita'
La news Elenco delle news Home page
Stock record pesano sul mercato del riso italiano

C’è un’ipoteca sul riso italiano. Si tratta di giacenze record nei magazzini, che rischiano di influenzare pesantemente in negativo i prezzi all’origine del prodotto. I numeri parlano chiaro. La campagna che si è conclusa in primavera ha fatto registrare stock finali per 251.000 tonnellate di lavorato (+64.800 tonnellate, +35%), seppure a fronte di una disponibilità collocata di 1.059.479 tonnellate di lavorato, cioè oltre 51.000 più dell’anno precedente.
Al termine della campagna in corso, l’Ente risi stima più o meno la stessa disponibilità vendibile totale (1.080.000) e 43.000 tonnellate in meno nei magazzini. Rimanenze di 208.000 tonnellate significano un altro anno orribile sul fronte dei prezzi, visto che la soglia fisiologica per un mercato in equilibrio è intorno alle 160.000.
C’è però una buona notizia: nelle ultime sei campagne l’utilizzo di riso in Italia è aumentato del 25% e nell’UE del 10%. È sulla base di questo incremento che l’industria risiera chiede agli agricoltori di seminare di più l’anno prossimo (237.000 ettari contro gli attuali 229.000) e “meglio”: non qualsiasi tondo, ma soprattutto Selenio e Centauro, e comunque non oltre i 60.000 ettari; più Baldo per il mercato turco, ma van bene anche i similari (13.000); lo stesso dicasi per Loto e Ariete (40.000).
I sindacati agricoli hanno però hanno rispedito l’invito al mittente. Anche piuttosto duramente, come ha fatto Coldiretti in occasione dell’ultima consulta risicola, dove ha fatto sapere all’Airi che non autorizzerà nessuna “lista della spesa” se prima gli industriali non si impegneranno a pagare prezzi più equi.


Tratto dall’articolo pubblicato su L’Informatore Agrario n. 45/2017 a pag. 27
Stock record pesano sul mercato del riso italiano
di S. Pellegrini
L’articolo completo è disponibile anche sulla Rivista Digitale
 
 

 


L'Informatore Agrario
Il settimanale tecnico ed economico di agricoltura professionale

 
 
Banca Dati Online Conosci la Banca Dati Articoli Online?
... scopri la notevole mole di contenuti digitali utili per la tua professione o la tua passione

esplora la banca dati online

la ricerca

trova 

© 2018 Edizioni L'Informatore Agrario S.r.l. - Tutti i diritti riservati   
Ho capito Questo sito web utilizza i cookie. Maggiori informazioni sui cookie sono disponibili a questo link. Continuando ad utilizzare questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookie durante la navigazione.