riviste agricoltura, agricoltura biologica, giardinaggio, normativa comunitaria agricoltura, politica ambientale italiana, frutticoltura, viticoltura, coltivazione biologica

rivista agricoltura biologica, informazioni normativa agricola, libri agricoltura, coltivazione agricoltura biologica  
coltivazione ortaggi, rivista giardinaggio, frutticoltura, politica ambientale italiana
 
   

elenco prodotti in vendita
n°prodotti: 0
Totale: E. 0,00
cassa

chi siamo





agricoltura, coltivazione agricoltura biologica, rivista macchine agricole, mensile agricoltura, politica ambientale italiana, informazioni agricoltura, riviste agricole specializzate, potatura piante, lavori orto, coltivazione biologica, prodotti tipici agricoltura, turismo rurale, coltivazione vite, coltivazione olivo, coltivazione ortaggi, frutticoltura

Bruxelles: filo diretto
La news Elenco delle news Home page
Ronaldo Costa, l'accordo col Mercosur e l'agricoltura italiana

Ronaldo Costa, capo negoziatore per il Brasile nei colloqui per un accordo di libero scambio dell'Ue con il blocco del Mercosur (Argentina, Brasile, Paraguay, Uruguay) spiega quali sono i settori dell'agroalimentare italiano che potrebbero ottenere vantaggi da un eventuale trattato commerciale. L'obiettivo delle parti è raggiungere un accordo di principio entro la fine del 2017. Intervista filmata a Bruxelles il 6 luglio 2017.
 
 
Ambasciatore Costa, l'agricoltura è uno dei capitoli più controversi del negoziato Ue-Mercosur. Perché un'azienda agricola o alimentare italiana dovrebbe essere contenta di un eventuale accordo commerciale tra Ue e paesi latino-americani? 

- La risposta più semplice è che l'accordo porterà benefici economici generali per entrambi i contraenti. Il commercio in agricoltura non è una strada a senso unico. Ci sono molti prodotti italiani che hanno un grande mercato in Brasile, che potrebbero beneficiare di un accordo.

L'olio d'oliva, ad esempio. Il Brasile non produce olio d'oliva e lo importa dall'Ue, soprattutto da Italia, Spagna, Grecia e Portogallo. Abbattere le barriere andrà a tutto vantaggio dei produttori europei. Il vino è un altro prodotto che potrà ottenere maggiore accesso a un mercato che è di grandi dimensioni. I paesi del Mercosur tutti insieme hanno una popolazione di 250 milioni di persone.

La produzione di riso del blocco non raggiunge livelli da potenza esportatrice. Il Brasile è importatore netto, l'Uruguay è un produttore di alto livello ma è un player relativamente piccolo nel mercato mondiale. I concorrenti degli italiani sono altrove, nel Sud-est asiatico e negli Usa.

Ciò che è più importante è che i produttori europei potrebbero godere dei vantaggi del "primo arrivato". Il Mercosur è essenzialmente un mercato chiuso, l'accordo con l'Ue sarebbe il primo che aprirebbe alla concorrenza dei produttori non latinoamericani.

I produttori di olio, vino e prosciutti italiani potrebbero guadagnare accesso in un nuovo mercato senza dover competere con altri fornitori di paesi terzi.
 

L'Informatore Agrario
Il settimanale tecnico ed economico di agricoltura professionale

 
 
Banca Dati Online Conosci la Banca Dati Articoli Online?
... scopri la notevole mole di contenuti digitali utili per la tua professione o la tua passione

esplora la banca dati online

la ricerca

trova 

© 2017 Edizioni L'Informatore Agrario S.r.l. - Tutti i diritti riservati   
Ho capito Questo sito web utilizza i cookie. Maggiori informazioni sui cookie sono disponibili a questo link. Continuando ad utilizzare questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookie durante la navigazione.